Sugo, amore & bramosia.

Ogni convivio fatica sempre a decollare. Inizialmente i commensali, ordinatamente disposti a mezzo-busto, tendono a difendere le proprie convizioni proteggendole dietro i calici vacanti.
A quel punto ci viene sovente in soccorso il vino quale propellente emozionale capace di liberare cuori & filosofie.
Alcuni giorni fa mi sono ritrovato con i soliti amici ed immediatamente si avvertiva la necessita’ di lubrificare il pensiero.
Senza ulteriori indugi ci siamo affidati a:
LE ROC DES ANGES – SEGNA DE COR 2015

Nel 2001 Marjorie Gallette diede vita ad un progetto di recupero di una decina di ettari di antiche vigne di grenache ed in pochissimo tempo ha dato vita ad una produzione crescente ma di estrema rilevanza.
In questo blend la generosita’ carnosa del Grenache viene bilanciata dal Carignan (30%) e Sirah (20%) realizzando un accordo gradevolissimo.
Rosso rubino carico esplode in sentori di frutta rossa matura bilanciate da note speziate e di erbe aromatiche.
La beva risulta rotonda e morbida ma equilibrata da un’acidita’ tenue e gradevole quanto l’accennata trama tannica. Corroborante.

Lascia Un Commento

Articoli Correlati