Rebeers: la birra artigianale di Foggia

Dietro una grande birra artigianale c’è un grande mastro birraio. Quel che rende grande un mastro birraio è la smisurata passione associata ad una vasta competenza tecnica, ad una variegata esperienza sul campo e una spiccata vena artistica. A fare da amalgama, una grande personalità. Tutte qualità che da sempre rintraccio copiosamente in Michele Solimando. A Lui si deve la nascita della birra artigianale “made in Foggia”. Dapprima col marchio EBERS; poi, con la creazione ed il successo sempre crescente del marchio REBEERS. Il birrificio si trova al Villaggio Artigiani, in Viale degli Artigiani al civico 30, dove il nostro produce direttamente le sue birre. Prima però c’è tutta una storia da raccontare. Ho conosciuto Michele Solimando visitando le Langhe. Pur essendo un viaggio mirato alla scoperta dei grandi rossi da Nebbiolo, l’itinerario contemplava la visita al birrificio “BALADIN” , in quel di Piozzo, di uno dei maestri d’Italia: Teo Musso. Quell’esperienza risultò decisiva nel percorso umano e professionale di Michele: come Teo, non riteneva gli appassionati di birra “figli di un dio minore”  rispetto agli amanti del vino. Di ritorno a casa, passò alle vie di fatto e dopo un adeguato avviamento professionale fatto di viaggi nei “sancta sanctorum” mondiali della birra e collaborazioni con i suoi più valenti interpreti , prese a cimentarsi con l’arte di produrre birra artigianale. L’esordio fu di quelli folgoranti: nacque la EBERS, la prima birra artigianale foggiana. A distanza di qualche anno non è più il mastro birraio della EBERS ma, come solo i grandi sanno fare, ha saputo ripetersi e superarsi: adesso Michele Solimando è il facitore unico e geniale della REBEERS, assoluto vertice qualitativo della birra artigianale nella città di Foggia,  stella di prima grandezza in ambito regionale, nel girone dell’eccellenza in campo nazionale, con relativi premi e riconoscimenti. Ma veniamo alle birre prodotte, vere protagoniste dell’estasi sensoriale che Michele da sempre dispensa ai fruitori dei suoi nettari :

 

SWEETLY BLONDE (5,7%)

Birra ad alta fermentazione, di ispirazione belga, prodotta con metodo artigianale. Ispirata alla classica bière blonde belga. Acqua, malto d’orzo, luppoli, lievito. Alla rifermentazione in tank segue una rifermentazione in bottiglia per affinarne il gusto e l’aroma.

 

GOLDEN KICK (8,5%)

Birra ad alta fermentazione, ispirata alla versione laica delle Tripel trappiste, prodotta con metodo artigianale: non filtrata, non pastorizzata, priva di additivi, naturale al 100%. Acqua, malto d’orzo, zucchero candito chiaro, luppolo, lievito. Alla fermentazione in tank segue una rifermentazione in bottiglia a temperatura controllata per affinarne il gusto e l’aroma.

 

BIANCA MADELEINE (5,4%)

Birra ad alta fermentazione, di ispirazione belga, prodotta con metodo artigianale. Ispirata alla classica bière blanche belga. Acqua, malto d’orzo, fiocchi di cereali, grano duro Senatore Cappelli, scorze d’arancia fresca del Gargano, coriandolo, luppoli, lievito. Alla rifermentazione in tank segue una rifermentazione in bottiglia per affinarne il gusto e l’aroma.

 

HOPSFULL (7%)

 

Birra ad alta fermentazione, ispirata alle Cascadian Dark Ale americane, prodotta con metodo artigianale: non filtrata, non pastorizzata, priva di additivi, naturale al 100%. Acqua, malto d’orzo, malto di segale, luppoli, lievito. Ad una lunga fermentazione in tank segue una rifermentazione in bottiglia a temperatura controllata per affinarne il gusto e l’aroma.

 

APAKS AMERICAN PALE ALE (6,7%)

Birra ad alta fermentazione, ispirata alla renaissance birraria americana,
prodotta con metodo artigianale: non filtrata, non pastorizzata, priva di additivi, naturale al 100%. Acqua, malti d’orzo, luppoli, lievito. Alla fermentazione in tank segue una rifermentazione in bottiglia a temperatura controllata per affinarne il gusto e l’aroma.

 

Michele Solimando: un uomo, un mastro birraio, una garanzia di assoluta qualità.

 

Rosario Tiso

1 Commento

  • Edoardo giuseppe
    11 mesi ago

    La Birra è un Mondo meraviglioso non meno del Vino. Nel Vino la Natura decide nella Birra la Cultura e la Storia , l’Italia non ha la Cultura dell’Inghilterra o degli USA . Da 20 anni c’è Birra artigianale in particolare al Nord ed al centro poche vere realtà al Sud. Ben vengano queste realtà anche se a parer Mio siamo molto lontani ancora…

Lascia Un Commento

Articoli Correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: