Il viaggio…Henri III 2008 di R.H. Coutier

Quando scelgo uno champagne da bere sembro quasi il tenente Colombo alla ricerca dell’assassino…

Inizio ad indagare sulla storia della maison, dove sono ubicate le vigne e come viene prodotto, poi quando ho terminato con gli interrogatori, ed ho in mano tutti gli indizi, inizio il mio viaggio.

Ogni beva mi porta tra piccole e grandi parcelle, Premier e Grand Cru sparse nella Champagne, tra odori tipici di quel terroir e il duro lavoro dei tanti vignerons, che dedicano ogni piccolo istante della loro vita a quello che è la loro vita!

Così acquisto il biglietto e parto verso Ambonnay, cercando di scoprire il blanc de noir brut Henri III 2008 di R.H. Coutier, composto da uve 100% pinot noir da vigneti Grand Cru, a sud della Montagne de Reims, zona vocata per il vitigno succitato.

I vigneti sono composti da due terzi di pinot noir ed un terzo di chardonnay, mentre la gestione della maison è affidata a René Coutier con la collaborazione della moglie Nathalie ed il figlio Anthony.

Un pinot noir dallo stile classico con una grande struttura, caldo sensuale e seducente, esotico e maturo come una banana riposta un paio di giorni nella credenza.

Naso e gusto sgomitano in quanto a complessità, morbido e burroso, con sbuffi agrumati e canditi, ma tendenzialmente con frutti rossi in maggiore evidenza.

Una bolla finissima e una acidità bilanciata rendono questo champagne un ottimo compagno di viaggio.

Un viaggio che vorrei non terminasse più, quindi rallento e aspetto passivo a percepire gli elementi più reconditi di un’anima ancora velata…cala il sipario ma il pubblico continua ad applaudire…

 

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi. 

Marcel Proust 

 

1 Commento

  • Nicola
    1 anno ago

    AD MAIORA A QUESTO BLOG FATTO DALLA FOGGIANITA” CHE CI PIACE.

    LA SEZIONE CHAMPAGNE NON POTEVA ESSERE AFFIDATA IN MANI MIGLIORI.

    VI SEGUIRO”.

Lascia Un Commento

Articoli Correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: