Alla ricerca della perfezione Vincent e Raphaël Bérêche Montagne 1999

Osservo con molto interesse tutto ciò che è passione, impegno ad inseguire l’indefinito e tutte le svariate alchimie per la ricerca dell’ immaginaria perfezione.

Sono affascinato dalle persone che credono nei progetti dettati dalla loro passione, riuscendo a valicare ogni tipo di ostacolo e raggiungere la loro meta.

Mi lascio trasportare dalla mia voracità e decido di approfondire la conoscenza di Vincent e Raphaël Bérêche.

Questa è la storia di due fratelli che , oltre a gestire insieme al padre la Maison Bérêche a Ludes nella Montagne de Reims, innamorati della loro terra, decidono di realizzare qualcosa di unico nel suo genere, cercando in lungo ed in largo nella Champagne millesimi pronti ad evidenziare tutte le diversità delle zone più rappresentative.

La loro profonda conoscenza dello champagne, dei produttori e del territorio, li porta ad intraprendere un ambizioso progetto, la scoperta di vecchi millesimi ancora sui lieviti e non ancora messi in commercio.

Ecco , lo champagne nato dalla ricerca!

Ovviamente, concentrano le loro ricerche nelle produzioni di assoluto valore, vitigni, terroirs e micro produzioni pronti a rivelare champagne unici ; così si vestono del titolo di ” Négociant di lusso” e decidono di dare una identità alle zone più importanti della Champagne creando tre etichette : Montagne, Vallée e Côte.

Dopo aver degustato la “Côte” e la” Vallée” nel millesimo 2002, mancava all’appello solo la “Montagne”, ed insieme al compagno di tante bevute Rosario Tiso, stappiamo il millesimo 1999.

Rimaniamo esterrefatti ed ammaliati da tanta precisone enologica, storditi da incessanti profumi esotici e increduli rimandiamo più volte la beva, quasi a prolungare le nostre emozioni olfattive.

Un color oro vivo invade il calice, note mielose e minerali rimbalzano frequenti ad evidenziare un grande chardonnay, mentre una rosa elegante e agrumi scuri rimarcano la presenza del pinot noir in assemblaggio.

Nonostante la sua longeva età non dimostra alcuna sbavatura, una bocca perfetta ed equilibrata , ed un dosaggio che permette di cogliere al meglio tutte le proprietà organolettiche.

Ci lasciamo sedurre e abbandoniamo le nostre volte palatali a questo straordinario champagne!

Sboccatura gennaio 2018

Dosage 3gr/l

Millesimo 1999

Messo in bottiglia ad agosto del 2000

50% Chardonnay 50% Pinot Noir

Rilly-la-Montagne

Bottiglie 2026

 

A volte crediamo di inseguire qualcosa della quale conosciamo già la verità.

1 Commento

  • Alessandro Marzano
    9 mesi ago

    Grazie Antonio, i tuoi sono consigli preziosi!

Lascia Un Commento

Articoli Correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: